counter
  • +39 338 7965516 posta@audiodarex.it

Recensioni

Scrivi una recensione su Audiodarex

Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel
Create your own review
Audiodarex
Average rating:  
 23 reviews
by d'angelo marcello on Audiodarex
ascolto nuovo finale a mosfet da 60 watt x canale

oggi ho ascoltato il nuovo finale audiodarex a mosfet da 60 watt nella sala di Giampiero con diffusori ls35 v2 i miei pre valvolare audiodarex lettore cd marantz 14 , il suono a mio giudizio dettagliatissimo eccellente timbrica ottima immagine ma il meglio e' venuto quando ha messo su il vinile merito anche del meraviglioso pre fono audiodarex poi abbiamo ascoltato anche il finale valvolare con le 845 sempre audiodarex e li ls35 hanno dato il meglio di se ,bravo Giampiero

by Mattia on Audiodarex
single ended 845 ELROG

Come sono arrivato a Giampiero, non lo ricordo, ma ricordo benissimo durante il nostro primo incontro di avere a che fare con un professionista serio, capace e soprattutto innamorato del proprio lavoro.

La mia prima impressione è stata, come quando si va da un sarto, in cui tu porti ciò che sei e quello che già hai e chiedi di valorizzare il tutto con un prodotto “su misura” alle tue esigenze…

L’approccio con le sue macchine da musica termoioniche è stata con un top di gamma, un amplificatore single ended sviluppato su quattro telai, due di alimentazione e due con gli stadi finali.

L'amplificatore in questione è stato creato partendo dalle eccellenti nonché esoteriche 845 ELROG, la costruzione, solida, senza compromessi, militare...

Non mi dilungo nell'elencare i componenti con cui è assemblato, il tutto è ai massimi livelli reperibile sul mercato, soprattutto i trasformatori, vero tallone d'Achille degli amplificatori valvolari, avvolti in filo Litz su specifiche.

I telai semplici e solidi, come a far capire che l'estetica non è fra le priorità del progettista ma a me piacciono tanto.

Queste valvole a me sono sempre piaciute, un mix di raffinatezza, potenza e soprattutto controllo.

Ottime per tanti tipi di diffusori in quanto la potenza e soprattutto la corrente erogata e davvero notevole. Suono molto arioso e sorprendente nella separazione tra gli strumenti.

Questo tipo di valvole ha la caratteristica di fare scomparire completamente il diffusore, gli strumenti prendono corpo davanti e dietro il diffusore come per magia.....

Gli amplificatori a valvole raramente pilotano diffusori impegnativi con successo. Assieme a prodotti elettrostatici o a diffusori dinamici a bassa impedenza, questi amplificatori spesso producono risultati imprevedibili, ma grazie alla controreazione negativa pari a zero, l’abbinamento a diffusori impegnativi appare molto più semplice grazie ai succitati trasformatori di uscita utilizzati per evitare saturazioni alle bassa frequenze e risonanze in gamma alta, fenomeni comuni in altri stadi di uscita accoppiati a trasformatore. Le note basse sono restituite con assoluta autorità e la delineazione del campo sonoro è semplicemente superba.

Infine ma non meno importante, i finali in questione sono autobias, quindi ci si può cimentare nel tube rolling, vera droga per noi appassionati di prodotti valvolari e “cucire” addosso ai propri diffusori nel miglior modo possibile le caratteristiche delle varie valvole!

by Carlo Camilloni on Audiodarex
finali mono 845

Diventare audiofilo per me non è stata una scelta ma un’esigenza. L’essere musicista e collezionista di dischi, ha comportato la necessità di poter ascoltare la musica nel miglior modo e fedeltà possibile. Come tutti, il cammino è stato lungo, fatto di apparecchi e diffusori che entravano ed uscivano dall’appartamento finchè, complice la decisione di lasciare Roma per vivere sul mare a Santa Marinella, c’è stato l’incontro con Giampiero e la sua Audiodarex. Ero già un termoionico e le sue amplificazioni valvolari hanno subito attirato la mia curiosità. La mia scelta iniziale è stata subito su un finale con le mitiche 845. Tralasciando la difficoltà tecnica di realizzare ampli per questo triodo, del suo finale mi ha colpito subito la presenza, la tridimensionalità, la velocità, la trasparenza e la capacità di far scomparire i diffusori. Ho avuto anche diversi preamplificatori Audiodarex, tutti ottimali per pilotare le 845. Il passo successivo è stato quello di optare per due finali mono 845. Maggior precisione timbrica e dinamica caratterizzano questi finali, veramente pregevoli nella cristallinità nel riprodurre le armoniche, permettendo di riconoscere sullo stesso accordo i vari strumenti. Insomma, alta fedeltà ai massimi livelli sia qualitativi che tecnici, realizzata con grande passione e perizia tecnica da Giampiero.

by Francesco Fusca on Audiodarex
Finali 845 - LS22 - Finale A40 - Cathode Follower

Ciao mi chiamo francesco,se state leggendo questa recensione vuol dire che come me siete appassionati di alta fedelta.Prima di acquistare un prodotto AUDIODAREX anche io ho spulciato i vari forum e il mondo online.Ma posso,gratuitamente,aggiungere che tutto cio che trovate non le rende giustizia.Bisogna trovarsi difronte al sig Audiodarex ,con orecchie e occhi ben aperti,per apprezzare e magari mangiarsi le mani per non averlo fatto prima.
Giampiero,persona gentile, preparato e sempre pronto ad ascoltare ,è colui che sta dietro questo marchio italiano ovvero il progettista e proprietario della Audiodarex.
Il mio primo contatto risale a 9 anni fa quando un mio amico, suo conoscente mi portò a Santa Marinella.
Dopo le dovute presentazioni ed esperienze di ascolti,passammo all ascolto,previo 30’ prima, accensione delle elettroniche.
Non mi dilungo,ma non riuscivo ad alzarmi da quella poltrona.Un suono completo come piace a me.Timbrica perfetta, naturalezza e immaggine evidente,sembrava di stare ad un metro dall orchestra dai cantanti. Mi resi conto che l alta fedelta non è quella che costa un “occhio della testa”.
Complimenti per questa innovazione,ci vuole coraggio a mettere uno spazio sul proprio sito per le recensioni, dove senza alcuna selezione da parte tua ,la gente puo scrivere. Questo vuol dire essere sicuri e coraggiosi nei confronti del prodotto che si vende.
Questo te lo dovevo Giampiero….te lo meriti
Adesso qualche informazione e mia esperienza con le sue creature.
Apparecchi stabili nel mio impianto:
845 finale valvolare ,vedendolo acceso è gia una goduria,ascolto sonico ai massimi livelli,delicato e allo stesso tempo granitico andate a sentirlo.
Preamplificatore srpp con ecc88,vi dico solo che ha sostituito un blasone senza mai farmelo rimpiangere.
Finale A40 su schema pass,un transistor che strabilia.dolce come un 300b e capace di incollarvi alla spalliera.
Preamplificatore ls22 clone, l ho preferito al confronto diretto con l originale ma spendendo meno della meta, adatto a pilotare egregiamente finali a transistor. Componentistica introvabile con condensatori amphon e un quartetto di Siemens nos.
Finale con una coppia di el34,lo uso per ascolti notturni. Delicato ma completo su tutte le frequenze.
Per non far torti a nessuno non vi dico a cosa ho rinunciato per far spazio a queste bestioline.
Spero di essere stato utile a qualche lettore, quello che ho scritto è quello che penso da 9 anni a questa parte,con la felicita non solo mia e del mio portafoglio ma di chi mi ha supportato e sopportato in 25 anni di psicosi audiophila.
Peccato che stiamo lontani
Grazie Professore(come lo chiamo io)…

by Paolo Trevisan on Audiodarex
PREAMPLIFICATORE LINEA AUDIO DAREX LS22

Il preamplificatore in un impianto hifi mi ha sempre causato una certa perplessita’.
Nel mio ideale di semplicita’, pensavo erroneamente che fosse solo un passaggio in piu’ del segnale audio.
In realta’ il preamplificatore, oltre ad essere una macchina che da’ flessibilita’ (piu’ ingressi da vari apparecchi) ha il merito di interfacciare in modo ottimale il segnale audio al finale di potenza.

Cosi mi decisi di sentire il Sig.Brandolini, proprietario della Audiodarex, perche’ mi proponesse un preamplificatore linea di qualita’ adeguata al suo finale a monotriodi 845 di cui ero gia’ felice possessore.
Alla fine la scelta cadde sul preamplificatore LS22 a valvole.
Questo pre e’ un progetto preso in toto dal famosissimo pre Audio Research per quanto riguarda la circuitazione di segnale, ma up gradata sul versante della alimentazione , con componenti surdimensionati e moderni.
E’ un pre interamente bilanciato e ha sul segnale 8 valvole 6922 con valvole anche l’alimentazione. Gli ingressi e le uscite sono sia RCA sia in bilanciato.

Il frontale (nel mio caso nero) ha solo 2 manopole: una per per il volume e l’altra per la selezione degli ingressi.
Sulla sinistra c’e’ il pulsante (cromato e bellissimo) dell’accensione con led luminoso.
Il selettore degli ingressi ha per ogni posizione un led rosso che segnala quale ingresso e’ attivo.
Il suono e’ di gran classe, ma necessita un certo tempo per dare il massimo. Direi che solo dopo 20/30 min rende per quel che merita.
Si sentono subito i benefici delle valvole con un suono morbido, avvolgente e molto fedele.
Immagine sonora stupenda, credibile e molto stabile
Voci meravigliose senza preferenze particolari tra maschili e femminili.
Assenza totale di fatica d’ascolto.

Elenco le cose positive :
a) Suono di alto livello tipicamente valvolare.
b) Componenti interni selezionati e cablati magistralmente.
c) Costruzione robusta e affidabile. Estetica classica, bella e lineare.
d) Prezzo altamente concorrenziale.
Alcune critiche :
e) Le prese rca sul retro non sono facilmente identificabili. Non si capisce in modo intuitivo dove sia il right e il left.
f) Alcune prese rca invece di avere l’isolante tra i canali rosso o nero e‘ giallo creando confusione.
g) Le prese per attacco bilanciato con invertite (maschi / femmina invertite rispetto allo standard).
h) La lamiera di chiusura dell’apparecchio superiore (cofano) e’ piuttosto leggerina e tende a vibrare. Io la ho tolta in modo stabile.

In conclusione apparecchio molto valido, con un suono di gran classe che puo‘ diventare di riferimento assoluto se si ha l’accortezza di sostituire le 8 valvole 6922 con altrettante di qualita’ superiore.

Paolo Trevisan
Vicenza 02.10.2018

by Massimiliano on Audiodarex
Finali con le 300b

Ho conosciuto per caso Giampiero sul web perché cercavo un finale di potenza che potesse soddisfare le mie esigenze musicali.
Ero convinto di marchi blasonati che la schiera di audiofili ha a disposizione tuttora.
Mi sono ricreduto quando ho ascoltato i sui finali con le 300b, progetto semplice non pasticciato da tanti fronzoli,
componenti di pregio e ovviamente valvole di marca importante e non cineserie...
Suono caldo e avvolgente, pochi watts in questo caso specifico ma più che sufficienti con diffusori adeguati alta efficienza.
Anche l'estetica molto curata però senza appesantire troppo.
In oltre è un tecnico professionista molto preciso e sempre a disposizione del cliente in qualsiasi caso.
Sono pienamente soddisfatto delle elettroniche che progetta e costruisce.

by Paolo Trevisan on Audiodarex
FINALE AUDIO DAREX SINGLE ENDED 845 AMPLIFIER

Il mio approccio al mondo di Audiodarex (Brandolini Giampiero) e’ stato casuale.
Avevo da sempre il desiderio di possedere un finale single ended a valvole e in particolare un finale con singola valvola per canale 845 in classe A.
Il “sogno” si e’ avverato quando un mio amico ha avuto per le mani a causa di uno scambio tra audiofili intrippati, questo Audio Darex 845 e me lo ha proposto!
In verita’ il mio apparecchio e’ un po’ speciale, in quanto ha i trasformatori di uscita avvolti con filo Litz e ha un potenziometro per regolare il volume (lo lascio sempre al massimo).
Il finale 845 single ended ha una potenza indistorta massima di circa 25W.
Quindi deve pilotare diffusori piuttosto efficenti (sopra i 90db/m) e con impedenza non bassissima e lineare.
La stanza deve essere se possibile non amplissima (25/30mq consigliati secondo me).
In queste condizioni il finale, se ben interfacciato anche a monte, sfodera un suono spettacolare, molto potente e deciso (sembra un 100W!) ma anche delicato e dolce.
Le armoniche dei medio alti sono ben delineate e precise e si nota subito quel qualcosa di magico che solo le valvole ben impiegate sanno dare. Immagine e profondita’ della scena molto credibili.
Le basse frequenze sono decise, potenti e violente quando occorre.
Assolutamente non sembra di essere al cospetto di un 25W!
Essendo un single ended ha solo ingressi RCA sbilanciati.

In conclusione elenco le cose positive :
a) Suono meraviglioso se ben interfacciato a monte e a valle.
b) Potenza piu’ che sufficiente in ambienti domestici e con diffusori di efficenza medio alta
c) Funziona comunque molto bene anche con diffusoti elettrostatici (ho una coppia di Quad 57).
d) Costruzione molto robusta e affidabile. Molto bello anche esteticamente
e) Prezzo onestissimo in rapporto alla qualita’ complessiva.

Alcune critiche :
f) Il finale scalda molto, quindi in estate e’ escluso il suo impiego.
g) Si possono trovare finali con basse frequenze migliori, ma a scapito delle medio alte che difficilmente eguagliano il suono di questo 845.
h) Non adattissimi per diffusori a bassa impedenza e bassa sensibilita’.

In conclusione apparecchio costruito benissimo (imballo su cassa di legno robustissima), bello da vedere e soprattutto con un suono stupendo e per certi versi ineguagliabile!

Paolo Trevisan
Vicenza 01.10.2018

by Orazio Ciarlante on Audiodarex
Preamplificatori, finali ed integrati

Posseduto e ascoltato vari apparecchi della premiata ditta Audiodarex .
Preamplificatori, finali ed integrati . I risultati sono sempre stati all altezza con prezzi competitivi e tanto amore che Giampiero profonde nella sua attività .
Una cura maniacale nella costruzione e tanta attenzione nei confronti dei suoi clienti la ricerca dei componenti e la veste estetica sia interna che esterna sempre curatissima .
Provate a guardare dentro come sono fatte le sue creature .. beh potreste rimanere colpiti dallo sfoggio di tanto ben di dio .
Si ..sono apparecchi di classe e ben suonanti . L ultimo finale che ho avuto era un single ended parallelo di 2A3 con accoppiamento a trasformatori un vero gioiello .
Si i trasformatori sappiamo quanto siano importanti ed anche qui Giampiero non delude avvalendosi di un artigiano che i trafi .. li sa fare .
Insomma dei grandi apparecchi . Giampiero er uno sperimentatore e chi ha avuto la fortuna di imbattersi in qualche finale non ripetibile .. vedi i 300 B in cristallo .. oppure il single ended con le AVVT.. beh ..ha incrociato suoni definitivi .

Grande Giampi .

by Marcello D'angelo on Audiodarex
Preamplificatore Super Cathode Follower - Finale Single Ended 845 Audiodarex

Conoscendo personalmente Giampiero Brandolini di Audiodarex, dopo aver avuto modo di testare un bel po' di elettroniche valvolari di vari livelli, in vari negozi di zona, decisi di acquistare da lui, il preamplificatore valvolare Super Cathode Follower con le E88CC, ed un finale Single Ended di 845 con le Kt66 e 6Sl7 da 28 watt x 2 valvolati con tubi nos e condensatori di accoppiamento al top. Le due elettroniche inserite nel mio impianto composto da: diffusori Totem Staf, sorgente digitale Orelle Cd100, cavi segnale Mit, cavi di potenza Tellurium Black. Per me un riferimento assoluto…I STILL MIS SOMEONE di Johnny Cash, ascoltato in questo impianto, con particolari come le spazzole della batteria filo per filo, la voce di Cash che ti avvolge, calda…profonda, oppure Mediterranea di Giuni Russo, una sorta di gorgheggio tastiera-organo che pochi impianti riescono ad esaltare, o addirittura a riprodurre, stesso dicasi per timbrica, dettaglio, immagine, ricostruzione spaziale. In definitiva…molti impianti suonano bene, pochi impianti ti portano realmente i musicisti o il cantante preferito in un concerto live, direttamente nella tua stanza d’ascolto, ecco…Audiodarex è uno di questi.

by Franco De Propris on Audiodarex
Elettroniche Audiodarex

Chi ama ascoltare musica in casa con un impianto serio, realizzato con componenti di qualità e sulla base di un progetto calibrato che non dia spazio ad ingannevoli effetti speciali ma solo ad una sana e genuina riproduzione del segnale acustico, non può non tenere in considerazine la Audiodarex di Giampiero Brandolini. Appassionato costruttore di apparati valvolari, tra i pochi in Italia che meritano non solo rispetto e considerazione, ma soprattutto ammirazione per la sua dedizione nel progettare macchine capaci di una riproduzione sonora di altissima qualità. Giampiero non si perde nei meandri delle mode del momento, e resta fortemente ancorato alle immutate formule dei circuiti e dei componenti elettronici. A tali qualità si abbina una capacità ed una manualità fuori dal comune, grazie alla quale, unitamente al suo apprezzato gusto estetico, utilizzando materiali di pregio (vetro, cristallo, legno di diverse essenze, alluminio di grosso spessore, etc.etc), realizza macchine dalla fattura ottima e dalla estetica affascinante.

Nella variegata moltitudine delle sue realizzazioni, ritengo che tutti possono trovare l'apparecchio che può soddisfare le proprie esigenze, anche grazie alla disponibilità di Giampiero, che si prodiga sempre e con tutti in spiegazioni e consigli utilissimi per operare la giusta scelta, che aiutano a liberarsi dall'inquinamento di preconcetti inculcati da fattori squisitamente commerciali divulgati da una produzione industriale che mira al solo profitto. Insomma, con Giampiero si può essere certi di trovarsi di fronte ad un artigiano del suono, che della sua passione ne ha fatto una filosofia di vita. Innanzitutto tenendo in debito conto, con il massimo rispetto, le aspettative dei detinatari delle proprie realizzazioni, quindi anche le loro tasche. Non si può alla fine fare a meno di diventare un suo affezionato amico.

Ho conosciuto Giampiero Brandolini qualche anno fa tramite Carlo Camilloni, un amico di Santa Marinella, con il quale ho avuto modo di condividere la comune passione per il vinile. Da allora ho avuto modo di ascoltare diverse apparecchiature, in particolare preamplificatori valvolari, tra i quali il generoso Lillypre 2.0. Un pre linea stereo in classe A, single ended, con il quale si possono egregiamente pilotare sia finali valvolari sia finali a stato solido. L'ho provato con il finale st-140 di Bartolomeo Aloia che ha pilotato senza alcun problema, tirandone fuori il meglio grazie al suo adeguato guadagno. Attualmente lo utilizzo con il finale Krypton dell'ing.Chiappetta che utilizza due coppie di 300B e posso dire che nessuno dei pre che mi sono passati tra le mani (tra cui audio note, nadir, audio research) ad eccezione del pst 200 di Bartolomeo Aloia, hanno fornito alle 300B la giusta spinta per poter apprezzare al meglio la resa del loro suono fine e vellutato.

A breve sarà utilizzato con due finali mono che utilizzano le 845, sempre di produzione Audiodarex, che ho avuto solo modo di testare per qualche ora, offrendomi un'emozionante resa con un convincente dettaglio che non infastitisce mai, pur mantenendo una delicatezza che neppure le 300B mi hanno sinora offerto.

Il cablaggio interno è di un ordine e di una pulizia tali che forniscono il segnale della cura profusa nella sua realizzazione.

Esteticamente il Lillypre ha un aspetto molto accatticante. A prima vista potrebbe apparire scontata ripercorrendo nella semplicità delle forme, nella impostazione e nel posizionamento dei componenti formule già conosciute. Si impone invece nella sua originalità per la sua perfetta simmetria ed il contrasto cromatico. Sul frontale del mobile in legno laccato nero, si stagliano con prepotente eleganza le tre manopole dell'accensione, del selettore e del volume. Realizzate in alluminio pieno. Forniscono piacere non solo alla vista, ma anche al tatto, facendo intuire la cura e la qualità della realizzazione per la precisione nella possibilità di calibrarne l'utilizzo. Anche la superficie è in alluminio ed altrettanto i contenitori dei trasformatori posti sul retro, che fanno da sfondo. Insieme al vetro dei tubi, due semplici e comuni 6SL7 (che comprovano come sia il progetto a fornire la qualità a prescindere dal blasone e dalla rarità dei componenti), il tutto conferisce all'insieme un disegno che si sposa con qualunque tipo di arredo, e questo non solo secondo la mia personale opinione avendo ottenuto l'approvazione da parte di tutti, consorte compresa. Fornisco questa ultima notizia conoscendo le reazioni delle donne che ci sono a fianco di fronte alle nostre evoluzioni nel settore della audiofilia. Allora, devo necessariamente concludere nell'affermare con estremo piacere che il lillypre è una vera meraviglia musicale dalla eccellente versatilità che merita attenzione da parte di chi desideri una macchina priva di colorazioni e che possa essere utilizzata generosamente in qualunque impianto. E non fa alcun male alle tasche essendo certamente votata ad una spietata concorrenza a prodotti blasonati e improponibili. Bravo Giampiero.

by Daniele Miccoli on Audiodarex
Recensione 300b

Nel 2008 acquistai da Giampiero una coppia di monofonici 300b con un pre' valvolare con una costruzione semplice e manifattura artigianale ,mi sono fidato della sua professionalità e ancora di più della sua grande passione che mette in quello che costruisce,la sorpresa maggiore e stato sulla resa sonora che dopo un periodo di ascolto e confrontato con altri apparati ha stupito me i miei compagni di ascolto , consiglio a chiunque di avere l'opportunità di avere un gioiello costruito da Giampiero , ringrazio Giampi per aver arricchito la mia sapienza per questa grande passione per l' hi-end

by Gianni Merola on Audiodarex
Finale Single Ended 845 finali Single Ended Parallelo 300B

Tutto inizio qualche anno fa, ad una fiera di Roma sentii qualcosa di stranamente magico uscire da una piccola saletta, piccola minuscola ma dalla musicalità folgorante, Un giovane alto, forse un pò timido aveva allestito con pochi pezzi e non ricordo quale diffusore una saletta di pochi metri quadri ma che si fece strada, tra i blasoni, senza sforzarsi più di tanto. Pensai, sarà anche timido ma sa il fatto suo. Fino a quel momento avevo avuto poche elettroniche a valvole, in passato ho posseduto sempre elettroniche a SS di marchi blasonati (MBL, KRELL, MCINTOSH, PASS). Decisi di li a poco di acquistare un prodotto Audiodarex, acquistando un finale stereo con le 845, versione custom, in realtà il buon Giampiero di consegnò proprio il modello esposto in fiera con degli strumenti vintage, frontale legno massello ed una estetica al di fuori della norma. Quel finale appena arrivato a casa sostituì il mio Krell 400CX sulle mie Wilson Sophia 2. Oggi dopo qualche Upgrade, grazie alla infinita disponibilità di Giampy ( come io lo chiamo) posseggo una coppia di finali mono con parallelo di 300B , stuzzicati da un Audionote M7 tube Silver, pilotano una coppia di Tannoy Westminster Royal GR. Risultato? Gran progetto, grande pazienza nella realizzazione (era custom su richiesta anche il telaio con rivestimento in rame). Una sola parola. GRANDE Giampy. Grazie per aver pacificato il mio continuo solletico a cambiare elettroniche, credo di aver raggiunto la pace. P.S. tra le altre cose ho voluto testare anche lo SS Audiodarex prendendo ulteriormente un A-40, da paura....................... ancora bravo Giampy, grazie.

by Dante Mercantini on Audiodarex
Varie elettroniche Audiodarex

Recensione su Giampiero Brandolini in saldatore/alias.. AUDIODAREX..

Abito nella stessa localita' a qualche km.. sono un appassionato di Tubi Termoionici ed ho l'orecchio zoccolo come sente un bel suono.. si eccita.. quindi non potevo non andare a sbattere prima o poi nel negozio artigiano del Giampiero..

Il primo incontro fu casuale ad un hiend organizzato a Roma da Zaini.. anni fa..e fu veramente brutale..vidi questo tizio in ginocchio che combatteva con un un lettore CD che non ne voleva sapere di funzionare.. gli dissi.. ANCORA COI CD???? oramai si va di liquida.. e Lui mi rispose.. HO LASCIATO LE BOTTIGLIE A CASA... beccai insomma un Vaffa..

Dopo qualche tempo passai a bottega e Lui non ricordava.. iniziammo a parlare e mi introdusse ai suoi progetti in parte Suoi in parte ispirati a famosi apparecchi valvolari e stato solido, ed inizio' una buon rapporto di amicizia..

Mi ha fatto provare nel mio impianto diversi preamplificatori e finali.. per testarli, tuttora ho di suo due preamplificatori.. un cathode follower ed un lillipre costruiti e personalizzati da Lui, ed un finale di 4 el84 per canale s.e. parallelo in classe A 20 w rms per canale originato da un progetto di Bonavolta reperito in rete.. delizioso.. costruito per curiosita' di ascoltare la el84.. in S.E. senza andare a sgrufugliare cinesate economiche.. SUONA da EMOZIONARE.. comunque e' rimasto un prototipo perche' non ne fece altri.. e' un suono ibrido tra un grande triodo classico.. dettaglio finezza.. luminosita' ed un pentodo.. che suona un po' piu' umano.. ma siamo sempre nell'olimpo dell'hiend..

Di altri finali... ricordo.. S.E. di 300b parallelo... dettaglio finezza luminosita' .. grana fine ed una grande sorpresa.. di solito la 300b sotto la cinta ossia nei bassi ha il suo punto debole.. in questo caso con il doppio parallelo tirava fuori le palle..c'era anche sotto..

S.E. di 845... tanta potenza..dinamica.. medio medioso dettaglio ma non come la 300b.. una vera goduria se ben interfacciata..

S.E. di 6c33 la russa cornuta.. 12 w rms DELIZIOSI una trasparenza... superiore per Me sia alla 300b, comunque musicalmente inarrivabile, poi c'e' tutto insomma un ibrido come suono tra la 300b e la 845.

OTL sepp di 6336a .. dinamica e dettaglio sul medio superiori a tutti gli altri du cui abbiamo parlato... ha problemi di interfacciamento con i diffusori.. questo e' il suo difetto maggiore.. i diffusori non devono scendere sotto i 6 ohm ma se ben interfacciato e' spettacolare.

Clone pass a40.. un mostro.. potenza e botta del transistor in guanti di velluto.. assolutamente consigliato..

E' chiaro che ogni apparecchio.. essendo costruito a mano e' personalizzato.. e quindi cambiando condensatori.. tubi.. trasformatori..si possono creare situazioni simili ma diverse..

by Pino Masotina on Audiodarex
Push Pull 6C33C driver 845

Il modello push pull di 6c33 è una macchina da guerra, pilota praticamente tutto, in base agli accoppiamenti sa essere un guanto di velluto o un pugno di ferro, quasi senza limiti.
Ovviamente queste amplificazioni sono soggette a che tipo di componetisica viene usata, di base sono già eccezionali immagino con componenti ancora più di qualità, essendo dei prodotti artigianali posso essere personalizzati a seconda delle proprie esigenze.
Che dire ancora? Disponibilità, cortesia, capacità sono le virtù principali e che una visita da Audiodarex per chi può ne vale veramente la pena.

by Pino Masotina on Audiodarex
Finali Single Ended Parallelo 300B 2A3

Intanto un saluto a tutti gli appassionati di elettroniche audio,come voi nel tempo ho intrapreso un percorso di ascolti tra le varie offerte di marche di amplificazioni audio,in questo caso gli amplificatori finali Audiodarex.Per quanto mi riguarda tra quelli provati e quelli che possiedo posso dire che sono amplificatori dal rapporto qualità/prezzo eccellente.
In queste quattro righe vorrei mensionare in particolar modo il modello parallelo di 300B e il modello push pull di 6c33 pilotate da una 845.Con il parallello di 300b si ha la percezione della trasparenza di cui è dotata questo tipo di valvola con l’aggiunta di potenza essendo un parallello,eccezionale nella gamma medio alta e controllo di una gamma bassa presente quanto basta,scena acustica a go go.
I miei ascolti sono prevalentemente con diffusori di medio alta efficienza ma anche con diffusori da 90 db non si avverte il bisogno di amplificazioni più muscolose. Con la stessa versione di parallelo di 2a3 si ha una dolcezza maggiore ,ovviamente meno potenti ma che abbinate a diffusori a ridosso dei 100 db risultano insostituibili.

by Mariano Rago on Audiodarex
Varie elettroniche Audiodarex

Sono un vecchio cliente di Giampiero Brandolini e voglio raccontarvi la storia della nostra amicizia nata acquistando un

pre linea-phono "state of the art" adx2 ed un finale push pull di 845 è stata un esperienza fantastica avevo una potenza che mi permetteva di pilotare qualunque diffusore infatti possedevo delle wilson watt e puppy 3°serie, preso da questo risultato, ho deciso di spingermi oltre alla ricerca di qualcosa di fantastico , nel frattempo ho avuto il piacere di ascoltare altri finali valvori di noti marchi dal costo proibitivo ,finchè un giorno dopo aver acquistato delle tannoy westminster mi recai da giampiero per discutere su degli apparecchi che avrebbero dovuto sostituire i miei per meglio affiancarsi ai nuovi diffusori e così dopo diverse sedute e diversi progetti analizzati, giungemmo alla soluzione che posseggo: giampiero mi costruì magistralmente un preamplificatore a due telai con valvole 211 ,due finali monofonici con un parallelo di 845 ed un driver pilota con 6l6, pronto il materiale giampiero portò tutto nella mia sala d’ascolto e dopo averli collegati ho scoperto un mondo che nonostante le mie visite di ascolto a molti amici audiofili e sale d’ascolto non mi fa rimpiangere quello che posseggo, l’unico rimpianto? non posso desiderare cambiare qualcosa per migliorare in quanto ho già ( secondo il mio tipo d’ascolto) il massimo che potevo desiderare.grazie giampiero.



Mariano Rago

by Raffaele Pagnoncelli on Audiodarex
elettronica ibrida SUPERZEN 2017

Sono un amico e cliente di Giampiero Brandolini Audiodarex.
Posseggo un amplificatore ibrido Superzen ultima versione, apparecchio realizzato dal mio punto di vista, sia esteticamente che tecnicamente parlando, in maniera impeccabile.
Ne sono veramente entusiasta per la raffinatezza e sorprendente definizione. Essendo un chitarrista blues sono abituato ad amplificazioni valvolari, ascoltando la mia musica preferita, chitarristi e gruppi anni 70 con questo apparecchio, ho la sensazione di emozionarmi ogni volta come la prima volta che lo provai.
Un amplificatore…unico!
Raffaele Pagnoncelli

by Mario Forestieri on Audiodarex
Audiodarex 2A3 PSE + Pre linea PS02 Cathode Follower

Un ottimo vino d’annata
La prima volta che ho visitato il laboratorio Audiodarex pensavo di aver sbagliato posto, ero quasi pentito di essere andato fino a S. Marinella per ritrovarmi in un piccolo laboratorio situato nel retrobottega di un negozio di vetri e cornici.

Una semplice porta di vetro che separa il laboratorio dal negozio, di forma rettangolare, non molto grande, con molte apparecchiature di controllo, le definisco in modo generico perché non sono un tecnico, con pre-amplificatori e finali di potenza sparsi un po’ ovunque.
Appena entrato mi è tornata in mente una giornata trascorsa, almeno quaranta anni fa, con mio nonno nella vigna di un suo amico.

Camminare tra ceppi vetusti, filari rigogliosi e carichi di grappoli di uva ormai matura, mai uguali, ognuno con una sfumatura di colori dai toni caldi.
Che emozione! Non la mia, ero ancora piccolo per capire, ma quella di mio nonno, si leggeva nei suoi occhi, erano raggianti, con una luce tutta nuova.
Devo aver provato qualcosa di simile anch’io quando, accolto dal saluto gentile, quasi timido, di Giampiero sono entrato nel laboratorio. Ero interessato ad un sistema di amplificazione e volevo, dopo tanti anni di stato solido, passare alle valvole.

Ero affascinato da tutti quegli apparecchi dall’aspetto antico, con tubi a vista così delicati, ma quello che mi ha colpito è stata l’impressione di professionalità, di caos ordinato, che si percepiva nell’aria.

Giampiero mi parlava di cose tecniche, di alimentatori, di fasci di elettroni, di sigle di valvole, sempre con molta calma e pacatezza, come il suo carattere. Ma io ero assente, non capivo, non sono un tecnico, a me piace la musica. Ero venuto per quello.


Dopo avermi chiesto quali fossero le mie esigenze mi ha proposto un finale di potenza che aveva appena costruito. Decisamente bello a vedersi, possente, pesante, oltre i trenta chili! Sì, ma come suona? gli chiesi curioso. Ti accontento subito, rispose Giampiero.

E qui la sorpresa!


Pensavo di ascoltarlo con un giradischi di pregio o un lettore blasonato di compact disc oppure con un DAC di grido per l’ascolto della musica liquida, il tutto collegato con cavi di segnale e di potenza dal costo esagerato. Niente di tutto questo.


Il mio amico Giampiero prende, con grande sforzo, il finale e lo poggia sul banco di lavoro, proprio sotto lo scaffale dove tiene tutti gli apparecchi per le misurazioni.


Attaccato ad un ripiano in legno con due semplici staffe ad “elle”, inclinato di circa 45 gradi, un piccolo lettore cd marcato “Majestic”, presumo dal costo di circa 30 euro, lo collega all’ingresso del finale con due fili elettrici di fortuna e, con dei fili “rossi e neri” (quelli di una volta) ormai cotti dal tempo, collega il finale ad una coppia di piccoli diffusori, forse della Kenwood, molto commerciali, penso dal costo di circa 100 euro.
Prende da una scatola un cd di musica funky, non originale, masterizzato chissà come, e lo mette in quel ridicolo lettore.


Mi veniva da ridere, ma dove ero capitato?

Pigia il tasto play e divento serio, anzi serissimo…di colpo! Non credevo a ciò e come lo stavo ascoltando! Quello che sentivo era un suono di qualità, pieno, corposo, ricco ed ho subito pensato a come potesse suonare a casa mia con le fedeli Spendor SP 7/1.

Per farla breve ho comprato un finale con 4 valvole 2a3 e un pre-amplificantore, non chiedetemi dettagli, non sono un tecnico.


Quello che so è che ogni volta che ascolto musica provo emozioni, nei brani già ascoltati mille volte riscopro dettagli, sfumature e profondità scenica che con altri tipi di amplificazione non riuscivo a percepire.

Giampiero è un grande artigiano, una persona che mette il cuore in quello che fa, lo fa bene e con passione, sempre disposto alla critica e a migliorarsi e tutto questo con estrema modestia.

Ora la musica la sorseggio, la assaporo, ne scopro il retrogusto, ne traggo delizia.

Audiodarex…un ottimo vino d’annata

Mario Forestieri

by Dario on Audiodarex
Audiodarex SP01

La mia storia con il preamplificatore top di gamma Audiodarex SP01 nasce per caso.
Premesso che ho una lunga esperienza nel mondo dell'hi-fi e dell'hi-end, avendo avuto la fortuna di poter ascoltare numerose elettroniche tra cui quelle che ho attualmente di Giampiero Brandolini.
Dopo aver acquistato i due poderosi finali monofonici top di gamma Audiodarex in parallel single ended (2x211 in parallelo), sballai il tutto e piazzai i finali a fianco dei diffusori che avevo all'epoca, due Proac Response D28, cavi Nordost red-dawn bi-wiring, e cavi di segnale Nordost red-dawn rev2 e Straightwire Rhapsody rev2. Net player top di gamma Cambridge 851N Azur, lettore SACD Marantz SA15S1, e due preamplificatori, un Cary Audio SLP70 e un magnifico Conrad Johnson PV14 rivalvolato Mullard NOS 8080.
All'accensione dell'impianto e, dopo un doveroso rodaggio, i finali cominciarono a suonare bene ma non come mi aspettavo da un prodotto del genere...provai a intercambiare il Cary Audi al Conrad Johnson e vidi dei leggeri miglioramenti.
Al che chiesi a Brandolini del perchè mi avesse spedito i finali assieme al pre CHE NON AVEVO ORDINATO!... dopo avergli raccontato l'esperienza la risposta fu:« Lo sapevo! Prova il mio PRE!».
Quando collegai l'SP01 fui SBALORDITO dalla differenza di prestazioni rispetto agli altri pre (seppur molto costosi)...
Non avevo mai sentito una differenza simile.
Tuttora il pre definitivo è proprio l'SP01 di Brandolini.

Un grazie di cuore quindi a Giampiero per l'enorme pazienza dimostrata in ogni aspetto della trattativa e per la sua grande professionalità.

by Dario on Audiodarex
AUDIODAREX MT45

Amplificatore straordinario!

Dopo aver cercato per molto tempo un prodotto che rispecchiasse le mie aspettative, inanzitutto dal punto di vista audio ma che avesse altrettanta cura dal punto di vista estetico oltre ad un rapporto qualità prezzo ragionevole, mi sono imbattuto in Giampiero in cui ho trovato il genio necessario per realizzare un prodotto minimale e di qualità senza compromessi.

Ho acquistato i due monofonici top di gamma corredati di un quartetto 211, dopo un accurato rodaggio si sono rivelati semplicemente STRAORDINARI!

Dopo un primo approccio, durato 4 mesi, ho deciso di fare un importante investimento acquistando, dopo un’accurata ricerca, tutte le valvole NOS.

La scelta è ricaduta su valvole NOS che vanno dal 1943 al 1970 ed il miglioramento è stato ulteriormente significativo.

Si tratta di due pregiatissime elettroniche che possono tranquillamente competere con i migliori marchi del settore a livello mondiale.

Grazie Giampiero, oltre ad essere un grande esperto sei un grande amico, sempre paziente nel cercare di accontentare noi malati di alta fedeltà.

by Luca on Audiodarex
Audiodarex ADX4 F - 845

Ho avuto in prova il finale dualmono che monta le fantastiche valvole 845, Io amo queste valvole .. sono veloci , potenti e dettagliate, e queste non deludono affatto , anzi mi confermano la mia idea , qui sono stati usati componenti di ottima qualità e un progetto tutto Italiano molto valido..

Eccellente 🙂

by Luca on Audiodarex
Audiodarex LS22

Ho avuto in prova il preamplificatore Audiodarex LS22. Ispirato al mitico audioresearch ls22, la audiodarex mi ha proposto questa versione aggiornata e rivisitata del leggendario preamplificatore Audio Research.

Che dire...prodotto di alto livello ... musicalissimo !!!

by Daniele on Audiodarex
Preamplificatore e finali mono 300B

Ho un impianto valvolare con pre e finali mono Audiodarex 300b, li uso abbinati diffusori autocostruiti alta eficenza, ho fatto numerose prove ed e stato tutto molto bello soprattutto quando si arriva all'alta eficenza e li non cè piu storia. Il pre con i finali mono sono stai costruiti da Giampiero Brandolini di Santa Marinella Roma, persona veramente competente.